[Skip to content]

6. Legacy of the perfect form

POSTI ESAURITI

Santuario della Beata Vergine del Soccorso

sabato 22 agosto 2020, ore 18:30

Un concerto in una location speciale dalla vista mozzafiato su tutta la Tremezzina, con un programma che crea un inedito gioco di specchi fra il primo, lieve Quartetto scritto da un Mozart quattordicenne durante uno dei suoi viaggi italiani, e le pagine più mature dedicate da Beethoven alla stessa formazione cameristica, che culminano nella Grande Fuga op. 133.
In particolare, Beethoven investì tutto se stesso nelle op. 130 e 133, in cui la musica per quartetto appare estremamente spirituale e meditativa, perfette per essere eseguite al Santuario.
Il concerto propone un’escursione filologica dell’opera, Quartetto inizialmente concepito per concludersi con la Grande Fuga, e solo successivamente, per esigenze di commercio editoriale, uscita sul mercato con due numeri d’opera.


Musicisti

Quartetto Adorno
Edoardo Zosi e Liù Pelliciari, violini
Benedetta Bucci, viola
Danilo Squitieri, violoncello

Musiche

Mozart
Quartetto n. 1 in sol maggiore KV 80

Beethoven
Quartetto n. 13 in si bemolle maggiore op. 130 e Grande Fuga op. 133


Info Utili:

Tariffe:
CONCERTO GRATUITO
POSTI ALL’INTERNO DEL SANTUARIO ESAURITI
Sarà possibile ascoltare il concerto anche dall’esterno.

Durata:
70 min circa

In caso di maltempo:
Il concerto si svolgerà anche in caso di maltempo (all’interno del Santuario).

Normative:
Il concerto rispetterà le norme di distanziamento sociale, in conformità con le linee guida e le disposizioni normative della Regione Lombardia e delle Autorità Nazionali.
Per tale motivo, i posti saranno limitati ed è consigliata la prenotazione online, disponibile a questo link.